Presentazione

La valutazione della sicurezza nelle Aziende Agromeccaniche mal si adatta all'applicazione di un unico metodo di analisi perché devono essere esaminate attività motlo diverse fra loro: l'impiego di macchine, la manipolazione di sostanze pericolose, la gestione di depositi contenenti prodotti infiammabili o biologicamente attivi.

L'esperienza, che durante gli ultimi sei mesi I'Istituto per la Sicurezza e le Tecnologie Ambientali (S.T.A.) ha maturato nella compilazione dei rapporti di sicurezza, previsti dal D.lgs. 626/94, per le Aziende che fanno capo alla Associazione Esercenti Macchine Agricole (AEMA) di Pisa, ha suggerito di presentare la metodologia di analisi a di valutazione relativa a quattro problemi specifici, che devono essere affrontati in quasi tutte le aziende: deposito di gasolio, utilizzo di fitofarmaci, rumore, rischio biologico.

Gli argomenti sono trattati in forma sintetica con una strutturazione molto simile ad una lista di controllo articolata per temi, partendo dai riferimenti di legge, dalle norme e dai relativi adempimenti per passare successivamente alla definizione dei concetti collegati a ciascun argomento, agli aspetti tecnici che devono essere esaminati ed alle soluzioni pił facilmente realizzabili.

La pubblicazione, pur non avendo la pretesa di essere esauriente, ha lo scopo di fornire un contributo alla soluzione di alcuni dei problemi collegati alla sicurezza, che incontrano pił frequentemente le imprese agromeccaniche.

Pisa, aprile l996 Istituto per la Sicurezza a le
Tecnologie per l'Ambiente

[ Indice ]

Home Page Menu' Principale Scriveteci